mercoledì 25 ottobre 2017

Scegliere quale ricamatrice acquistare

Apriamo la "sezione" che riguarda le ricamatrici con una piccola spiegazione su quali fattori tenere in considerazione se decidiamo di acquistare una ricamatrice.
I miei non vogliono essere propriamente dei consigli ma delle semplici valutazioni pratiche.
Per prima cosa, se ci decidiamo a fare questo meraviglioso acquisto, dobbiamo stabilire quale sarà il nostro budget e tenere in considerazione che, a volte, è possibile trovare dei buoni usati che, con la medesima cifra, ci consentono di poter acquistare un modello decisamente superiore a quello nuovo.
Dove vogliamo acquistare? Il nostro santo internet ci viene spesso in aiuto ma non sempre è una scelta ottimale. Acquistare da un rivenditore (serio) o da un privato, per l'usato, vuol dire avere la possibilità di confrontarsi con un'altra persona che ci potrà dispensare i primi rudimenti e potrà darci consigli. Acquistando in internet, è vero che forse avremo risparmiato un po', ma poi? Sì, ci sono i gruppi Facebook che supportano molto ma, quando non ne hai mai usata una, a volte, anche accendere la ricamatrice può diventare un problema.
Non è necessario saper cucire a macchina per usare la ricamatrice, molte ricamine che conosco fanno cose meravigliose ma non cuciono. Però, appunto, potrebbero non aver mai infilato una macchina fino al giorno in cui non hanno acquistato appunto la ricamatrice.
Dopo il budget dobbiamo capire se vogliamo una macchina che ricama solo o che faccia entrambe le cose: se già abbiamo una macchina da cucire è meglio mantenere quella e acquistare una ricamatrice che ricami soltanto. Per ovvi motivi: mentre lei lavora noi, pur standole vicine, possiamo fare altro e, cosa anche molto importante, le macchine che fanno entrambe le cose costano molto più care.
La terza cosa da valutare è lo spazio di ricamo della macchina, credo che ormai tutte le macchine (nuove) abbiano la possibilità di essere collegate al pc e di ricevere i files da una chiavetta quindi ci troveremo con la voglia di fare di tutto.
Le ricamatrici lavorano con dei telai e, le macchine che costano poco, normalmente montano solo telai 10x10 che hanno uno spazio davvero limitato e, dato che ricamare diventerà una droga, con questo poco spazio a disposizione cominceremo subito a sognare una macchina con prestazioni migliori.
Uno spazio discreto di ricamo è intorno al 200x200 che già ci consente di fare qualche cosina in più.
Altro fattore importante è lo schermo, è meglio verificare se, quando carichiamo un ricamo con la chiavetta, abbiamo uno schermo che ci consente di vedere quello che stiamo ricamando, alcune macchine che hanno lo schermo piccolo evidenziano solo un numero e, avendo lo schermo monocolore, ci guidano in modo molto sintetico.
Il rivenditore.... a volte questo sconosciuto... bene, oggi abbiamo la fortuna di avere a disposizione i pareri di moltissime persone grazie alle recensioni che troviamo su Google o su Facebook quindi, verificate sempre con chi state parlando: se è un rivenditore serio che vi seguirà anche dopo l'acquisto o se ci sono persone che sono state abbandonate a se stesse. Ci sono rivenditori seri che vi danno la giusta assistenza, anche solo telefonica, pur avendo il negozio lontano da voi quindi assicuratevi che la persona a cui vi rivolgete sia seria. E' molto importante sia per quanto riguarda l'uso della macchina che per le eventuali manutenzioni.
Bene, come primi rudimenti mi fermerei qui :-) aspetto le vostre domande e ci vediamo alla prossima "lezione"!!



3 commenti:

  1. Quanto hai ragione!! ho appena acquistato una piccola ricamatrice.....mai fatto o visto niente di ricami e, dopo appena un mese è diventata per me una DROGA, come la definisci tu, ed infatti il telaio 10x10 mi limita parecchio (ho una BROTHER INNOVIS M240ED) e adesso tutto quello che la riguarda, dal filo agli stabilizzatori, per non parlare di file da acquistare sono il centro dei miei pensieri..........Macchine non proprio professionali (per me è solo un hobby) che supportino il telaio 20x20.....quali mi consigli ?? Dimenticavo....il commento è a nome di Giorgio Chioccini...mio marito......io ti seguo con piacere e mi chiamo CANDIDA.........grazie !!

    RispondiElimina
  2. Ciao Candida, se deciderai di fare un nuovo acquisto, orientati verso una macchina che supporti almeno un 300x200 così non ti troverai a voler nuovamente cambiare entro poco tempo. Se possiedi già una macchina da cucire, orientati verso una macchina che ricama soltanto, in tal modo potrai convogliare il tuo budget verso una macchina con prestazioni migliori (quelle che cuciono e ricamano costano più care). Collaboro con moltissime ricamine che utilizzano le Husqvarna Topaz e altre che hanno la V3 della Brother e si trovano tutte benissimo. Se hai bisogno di altri consigli mi trovi su Facebook e puoi scrivermi in Messenger :-). A presto e buon lavoro!

    RispondiElimina
  3. Mi sei stata molto utile..........ho scelto la V3 della Brother...mille grazie !!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina